Come Diventare Scrittore di Ebook: I Primi Passi Di Un Aspirante Autore

Ciao, fedele lettore dell’acchiappasogni. Dopo un lungo periodo di inattività forzata (causa di un periodo non esattamente dei migliori) faccio il mio ritorno su questo blog con un articolo che ti svelerà tutti i trucchi che ho utilizzato per riuscire a diventare un autore pubblicato dalla casa editrice “Bruno Editore”.
Inoltre, cercherò di spiegarti le mie motivazioni, di farti comprendere quanto possa essere difficile questo cammino che, se perpetuato con passione e convinzione, è in grado di regalare grosse soddisfazioni (ovviamente, anche a livello finanziario). Cosa aspetti, dunque: continua a leggere questo articolo per scoprire i migliori trucchi per diventare un autore pubblicato!

I PRIMI PASSI VERSO LA PUBBLICAZIONE

Prima di cominciare a spiegarti i trucchi fondamentali per diventare un autore, vorrei descriverti le motivazioni dietro questa scelta.
Pubblicare con un editore
, infatti, è una vera e propria scelta che non tutti possono effettuare poiché, senza girarci intorno, la scrittura è un’arte che in pochi possiedono. Inoltre, per scrivere un libro bisogno avere fantasia, essere convinti dei propri mezzi. In sostanza, il mondo dell’editoria è un mondo di lupi selvaggi, pronti a tutto pur di far demordere i meno volenterosi. Lascia, però, che ti dica una cosa: se la scrittura ti piace e pubblicare un libro è la tua ambizione, devi sapere che in molti ti diranno che è una sfida persa in partenza, che il tuo è solo tempo sprecato.

Permettimi di consigliarti di non ascoltare queste persone. Non arrenderti, continua a scrivere  con passione e impegno e vedrai che con il passare del tempo riuscirai ad ottenere dei risultati concreti.
Te lo dico per esperienza personale: fino a qualche mese fa anche io sognavo di essere pubblicato da un editore, di vedere il mio nome stampato sulla copertina di un libro e dopo tantissimo pane duro condito con inchiostro posso finalmente affermare di esserci riuscito. Sia chiaro, non è stato assolutamente facile. In svariate occasioni mi sono ritrovato sul punto di mollare, di cercare un’altra strada. Con uno sforzo di volontà, però, sono riuscito nel mio intento e oggi sono un autore della casa editrice “Bruno Editore” (nel caso volessi ulteriori informazioni, a questo link puoi trovare l'anteprima del mio libro).

%authorad1%

LA PRIMA SCELTA DI UN ASPIRANTE AUTORE

Come ti ho detto in precedenza, pubblicare con un editore è una vera e propria scelta. Il motivo è che gli editori sono piuttosto ristrettivi e molto spesso tendono a considerare solo la fama del candidato.
In sostanza, anche se è vero che gli esordienti vengono tenuti in grossa considerazione, devi sapere che ogni giorno le case editrici vengono invase da migliaia di testi di nuovi autori. In aggiunta, le case editrici hanno dei costi di pubblicazione non indifferenti, circostanza che avvalora ulteriormente la scelta di non pubblicare un esordiente.
Fortunatamente, negli ultimi anni internet è venuto in nostro soccorso. Infatti, oggi esistono dei particolari tipi di pubblicazione che facilitano anche gli autori esordienti, permettendogli in sostanza di pubblicare una propria opera al fine di farsi notare da una casa editrice. Sia chiaro: questo passaggio non è semplice come te lo sto illustrando in quanto l’auto pubblicazione necessita di un opera valida dal prezzo molto contenuto (molto meglio se la prima opera viene diffusa gratuitamente) oltre ad una notevole capacità di auto pubblicizzarsi (ti anticipo che nelle prossime settimane ho intenzioni di scrivere un articolo piuttosto dettagliato sull’auto pubblicazione) .

LA MIA SCELTA

Veniamo, ora, al dunque. Quando qualche mese fa mi sono trovato a dover scegliere se auto pubblicarmi o cercare di essere pubblicato tramite un editore, sono rimasto piuttosto indeciso. In entrambi i casi, infatti, le difficoltà da superare erano molteplici ma, trattandosi di un mercato nel quale non mi sentivo ancora sufficientemente esperto, ho deciso di optare per la seconda opzione. Cominciando a navigare su internet, ho ricercato informazioni riguardo alle varie case editrici.
A questo punto, mi sono trovato di fronte ad un’ulteriore difficoltà: avevo un opera che ritenevo valida ma mi sono reso conto che era molto di nicchia. Di conseguenza, ho cominciato a ricercare case editrici che accettassero l’argomento trattato dal mio libro e, quasi per caso, mi sono imbattuto nella “Bruno Editore”. Incuriosito dal loro sito, ho cominciato ad informarmi riguardo al loro metodo di pubblicare.
Ben presto ho ritrovato le informazioni ricercate e mi sono imbattuto in una pagina contenente una serie di box nei quali inserire delle informazioni riguardanti il mio libro. Si trattava della loro prima procedura di selezione dei nuovi autori. Con sgomento, ho notato in alto una scritta che indicava una data, il giorno in cui ho visitato la pagina.
In sostanza, la “Bruno Editore” è una casa editrice online piuttosto famosa che per migliorare i tempi di risposta ha impostato degli archi temporali duranti i quali poter inviare la propria proposta e, casualmente, ho incontrato il loro sito proprio in uno di questi. Essendo stato amore a prima vista (concedetemi la licenza poetica), ho deciso di provare a proporre la mia opera ma mi sono immediatamente trovato di fronte alla prima difficoltà: la richiesta della sinossi.
Nel caso non lo sapessi, la sinossi è un riassunto tra trama (nel mio caso l’argomento dell’opera) e stile di scrittura nel quale devi riuscire ad inserire tutto ciò che offre il tuo libro in poche righe (usualmente, le case editrici richiedono sinossi di massimo 2000 caratteri, cioè circa una pagina). Riuscito a stendere una breve sinossi affiancata ad un sommario (richiesta esplicita solo della casa editrice “Bruno Editore”), ho finalmente inviato la mia proposta in attesa della risposta della casa editrice. Nel frattempo, ho continuato ad informarmi meglio riguardo allo stile di contratto e ho scoperto che la “Bruno Editore” pubblicava esclusivamente in versione digitale (e-book) .  Ovviamente,  conoscendo le potenzialità del web sono stato ben felice di aver proposto una mia opera alla casa editrice, anche se avrei desiderato che la mia opera fosse pubblicata anche in cartaceo. In quel momento, era convinto che avrei venduto di meno, che la mia opera sarebbe stata diffusa in maniera decisamente differente ma oggi posso finalmente affermare che mi stavo sbagliando. Pubblicare in versione e-book non diminuisce affatto il numero di vendite e, inoltre, permette all’autore esordiente di farsi conoscere da case editrice più grosse. In sostanza, è il miglior metodo per intraprendere la carriera dell’autore.

PICCOLO RIEPILOGO

Per riepilogare, in questo articolo ti ho parlato delle prime difficoltà di un autore e ti ho descritto brevemente le principali scelte che sarai tenuto ad effettuare. Inoltre, ti ho anticipato l’importanza di selezionare con cura le case editrici in base alle opere che pubblicano (ricordati sempre di non accettare mai le case editrici che chiedono un contributo per pubblicare). Infine, ti ho anche parlato della sinossi (probabilmente ti ho anche spaventato quando l’ho nominata).
Lascia che ti dica che scrivere una sinossi completa e apprezzabile è più semplice di quanto tu possa credere. In sostanza, quando scrivi una sinossi non fai altri che scrivere i punti cardine della tua opera (sia essa un romanzo o una guida come nel mio caso) con uno stile molto descrittivo. In poche parole, devi riuscire a far sognare il tuo editore, a fargli comprendere che tu sei l’autore che sta cercando e che la tua opera è degna di essere letta integralmente.
Ricordati che se riuscirai a catturare l’attenzione di un editore tramite la sinossi, avrai compiuto metà strada verso il cammino che ti porterà ad essere pubblicato.

CONCLUSIONE

Concludo questo mio lungo articoli spronandoti a commentare nel caso avessi qualche dubbio/curiosità o più semplicemente vorresti offrirmi una tua opinione sull’argomento. Colgo, Infine, l’occasione per ringraziati per aver letto quest’articolo e ti anticipo che nei prossimi giorni pubblicherò il seguito nel quale ti spiegherò tutta la lunga procedura che c’è dietro una pubblicazione (ovviamente ti parlerò della mia esperienza personale). Nel frattempo, ti auguro una buona navigazione e approfitto della situazione per salutarti.


6 commenti su “Come Diventare Scrittore di Ebook: I Primi Passi Di Un Aspirante Autore

  1. molto esaustiva la tua descrizione “come diventare scrittore”, anche se la mia curiosità consisteva nel sapere se devo iscrivermi alla società autori , magari sulla stesura dell’opera , su eventuali costi da sostenere ecc.ecc.

  2. Ciao Natalino, rispondo io per Giuseppe. All’inizio non credo sia necessaria l’iscrizione ad alcuna associazione, mentre i costi da sostenere variano in relazione alla strada che decidi di intraprendere. Se inizi tramite autopubblicazione e ti limiti al formato ebook i costi sono praticamente zero, anche se dovrai investire qualcosa in attività di marketing per promuovere il tuo prodotto. Inizia col capire cosa vuoi fare esattamente e come lo vuoi fare e poi passo dopo passo cerca di affrontare le diverse situazioni che ti si presentano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.