lavora online come freelance
24

10 Siti Utili per Trovare Lavoro come Freelance

Grazie alla diffusione di numerosi portali web dedicati, si sta sviluppando sempre di più la possibilità di trovare dei lavori per molti professionisti freelance. Questo fenomeno ha preso piede soprattutto con il modificarsi del mercato del lavoro in Italia, dove molte aziende non possono più permettersi la possibilità di avere dei collaboratori interni, decidendo, così, di puntare su professionisti che lavorano principalmente online e che hanno in questo modo la possibilità di trovare risposta alla loro domanda di lavoro.
Nonostante esistano centinaia di siti in cui è possibile trovare questo tipo di servizi, voglio proporti una lista di 10 tra i migliori portali per freelancer, che si distinguono dalla massa per la qualità della loro proposta; si dà grande importanza al livello qualitativo dei professionisti presenti e, soprattutto, al rapporto trasparente con il cliente, sia per quanto riguarda i tempi di lavorazione, sia per quanto riguarda le modalità di pagamento.

Prima di addentrarci nella lista ti ricordo che puoi leggere i nostri consigli per diventare freelancer e lasciare il tuo vecchio lavoro.

Addlance.com
Una realtà di grande interesse e 100% italiana, fondata recentemente da due ragazzi di Como. In questo portale le aziende possono pubblicare gratuitamente i loro progetti, con annesso budget e tempistiche di consegna (copywriting, traduzioni, consulenza web e programmazione, sono solo alcuni dei servizi proposti). I freelancer presenti su Addlance possono, una volta iscritti sul sito, valutare questi progetti ed inviare una loro offerta tramite preventivo, permettendo così al cliente di poter valutare con tutta calma e scegliere la migliore. La valutazione finale viene realizzata reciprocamente, in modo da avere un rating che dia un giudizio il più completo possibile sia sul cliente che sul freelancer.  

Freelancer.com
Uno tra i più grandi siti di lavoro per freelancer, con oltre 15 milioni di utenti registrati in tutto il mondo. All’interno di questo portale possiamo trovare numerosi professionisti divisi per categorie molto specifiche. Tutti i professionisti iscritti su Freelancer sono altamente specializzati e mettono a disposizione le loro competenze per risolvere i problemi delle aziende clienti. Molto richiesti sono i servizi per il settore informatico, per blogger, grafici e copywriter. Potete trovare anche degli ottimi traduttori madrelingua, per tradurre il vostro sito ed aprirlo cosi a nuovi mercati.  

Guru.com
Si tratta di un portale altamente specializzato che si rivolge non solo a freelancer specializzati in ambito informatico, ma anche a professionisti ingegneri o del settore legale. Chi desidera assicurarsi un progetto andrà a proporre un’offerta al cliente ma, in questo caso, non avrà modo di vedere le offerte degli altri competitors, partecipando così ad un sistema di aste al buio.

Peopleperhour.com
Una interessante piattaforma di mediazione, basata su un sistema ad aste nella quale i professionisti freelancer possono tentare di aggiudicarsi il lavoro su un progetto realizzando un’offerta. Oltre a questa modalità di contrattazione esiste anche la possibilità di poter offrire i propri servizi facendosi pagare una determinata somma per ogni ora di lavoro effettivo. Si possono cercare dei professionisti ai quali affidare un lavoro e, allo stesso tempo, si possono cercare lavori da parte degli stessi freelancer.  
Le aree in cui si dividono i progetti contenuti in Peopleperhour sono quella di “design”, per la realizzazione di loghi, icone e template, quella di “sviluppo e programmazione”, quella sui contenuti ottimizzati per i motori di ricerca e quella per la creazione di promozioni e campagne per i principali social.

WeWorkRemotely.com
Un’altra tra le principali piattaforme di intermediazione, sempre in lingua inglese, dedica molto spazio ad annunci destinati a freelancer di svariati settori. Su WeWorkRemotely si possono trovare diverse offerte di lavoro, tutte tranquillamente soddisfabili in maniera autonoma e lavorando in remoto. Domanda ed offerta di lavoro riguardano in questo caso soprattutto i settori in cui non si ha una correlazione forte tra tipo di attività e localizzazione geografica, come ad esempio nel caso del design e creazione di loghi, o la programmazione in differenti linguaggi.

Speaklike.com
Questo portale è dedicato in particolar modo alla categoria dei traduttori freelance, risorsa ormai importantissima per chi desidera rendere il suo sito il più possibile aperto a nuovi mercati esteri. Speaklike è in assoluto uno dei siti più completi oggi giorno e permette di registrarsi gratuitamente, scegliendo la lingua ed il tipo di traduzione nel quale si è più ferrati (essere un traduttore madrelingua è di sicuro un aspetto che ci aiuterà ad avere un maggior risalto), per poter ricevere offerte di lavoro da privati o aziende. Il guadagno che si otterrà sarà in base all’accordo preso preventivamente con il cliente, considerando delle variabili quali la lunghezza del testo da tradurre o la durata stimata per terminare il lavoro.

Upwork.com
Questo tipo di piattaforma si differenzia dalle precedenti in quanto non si effettuano delle offerte da parte dei freelancer, ma si decide di accettare o meno i prezzi e i tempi esposti sulla bacheca dei lavori disponibili da parte del cliente. Un portale dedicato soprattutto al lavoro freelance di tipo informatico.
Per assicurarsi che il lavoro venga effettivamente svolto durante i tempi stabiliti di lavorazione, gli incarichi a tariffa oraria vengono monitorati per mezzo di un software che scatta delle foto per controllare che il freelancer stesso stia lavorando realmente. Sono disponibili, comunque, anche dei progetti con un compenso fisso che esulano dalla modalità esposta in precedenza.

Youcrea.com
Una startup tutta italiana specializzata nella realizzazione di video aziendali professionali. Visitando questo portale è possibile contattare i migliori professionisti del settore scegliendo tra due differenti modalità, quella classica del “one to one”, oppure quella “contest”, dove il cliente mette in palio un budget stabilito e fissa una scadenza entro la quale devono essere presentati dei progetti, per decidere alla scadenza del tempo stabilito il vincitore.
Si generano così, una serie di gare creative che seguono in tutto e per tutto lo stile del crowdsourcing e nel quale i creativi cercano di esprimere al meglio le loro competenze e abilità.

Zooppa.com
Grazie a questo portale i freelancer iscritti possono prendere parte a dei contest banditi da grandi aziende clienti. I lavori sviluppati riguardano soprattutto la realizzazione di video, banner e filmati professionali, dove l’idea di base viene proposta direttamente dall’azienda sul sito di Zooppa. Seguendo queste indicazioni si possono, quindi, creare delle nostre proposte per puntare, così, a vincere il contest ottenendo un premio finale in denaro.

Fivver.com
Fivver è uno fra i più popolari marketplace per i micro freelancer. In questo portale vengono postati degli annunci dove vengono offerte delle singole prestazioni lavorative, concentrandosi in particolar modo su singole abilità, competenze e skills che ci rendono capaci di realizzare una determinata prestazione.  
E’ un portale dedicato per chi non può mettere a disposizione un budget importante, ma desidera comunque un lavoro ben fatto (come, ad esempio, la realizzazione di un logo per un sito).


Nicholas Di Maggio

24 Comments

  1. grazie slot.

    digli anche che tra un paio di giorni pubblichieremo un elenco di siti per freelancer che si occupano della creazione di siti web e di grafica

  2. Ottimo blog credo utile utile a tanti che vorrebbero lavorare ma hanno parecchi vincoli di orario o semplicemente non trovano lavoro.
    Lo consiglio a parecchie persone che conosco.

  3. grazie ragazzi, siete troppo buoni.

    il nostro obiettivo è proprio questo: mettere a disposizione degli utenti degli strumenti che possano consentire di lavorare con il web.

  4. bell’articolo, avevo intenzione di iniziare questo tipo di attività con i tuoi suggerimenti potrebbe risultarmi più facile capire come muovermi nel web.

    Grazie

  5. Scusate ma serve la partita IVA per lavorare come freelancer. A me no che non vogliate rimanere sotto i 6000 e qualcosa euro lordi l’anno..

  6. ovviamente bisogna essere in regola con il fisco. se avete intenzione di avviare una attività seria di freelancer vi consiglio di informarvi presso un commercialista per tutti gli adempimenti fiscali

  7. grazie per la segnalazione anna. chiunque conosca altri siti di questo tipo può lascare un commento con relatio link, grazie

  8. grazie per la segnalazione enrico, non lo conoscevamo. in effetti è un po’ vuoto, magari è nuovo. provo a contattare gli amministratori per saperne di più

  9. Ciao a tutti,
    E’ anche appena uscito il primo Fiverr italiano.
    Si chiama “OutCrisi.com” e offre la possibilità di sfruttare la propria capacità e creatività per uscire dalla crisi lavorando da casa.
    –> http://outcrisi.com

  10. Buongiorno a tutti,

    sono felice di informarvi che é appena nata una nuova piattaforma per persone che offrono e cercano lavoro nel settore IT.

    TheAppIDream é entrata in funzione da pochi giorni e aspetta solo di ricevere visitatori.
    É una valida alternativa a siti web come freelancer.com e twago.com, che hanno costi molto elevati. TheAppIDream é una piattaforma estremamente economica. Costruita da sviluppatori, per sviluppatori.

    Ecco il link: http://www.theappidream.net

    Nota: É ancora una versione BETA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *