Scrivere contenuti di qualità non basta

contenuti blog successo Durante questi mesi di attività da blogger, se hai letto un po’ di mieri articoli,avrai notato come molto spesso faccio riferimento ai contenuti del blog e come ripeto spesso il concetto che se vuoi avere un blog di successo devi scrivere contenuti di qualità.

Quindi potrà sembrarti strano che, dopo che ti ho ripetuto fino allo sfinimento che per fare un buon blog servono post di qualità, oggi scriva un post che si intitola "scrivere contenuti di qualità non basta".

Inizio con lo spiegare che i contenuti sono una condizione imprescindibile per un blog di successo, ma da soli non ti faranno arrivare ai risultati sperati.

E’ inutile impiegare una settimana per scrivere un post innovativo, bello, interessante, se poi questo post non verrà letto da nessuno.

Solo i grandi blogger, quelli che hanno migliaia di lettori al giorno, possono permettersi di scrivere contenuti di qualità e poi lasciarli lì; questo perchè hanno già il loro bel numero di lettori, molti di questi leggeranno l’articolo e sicuramente molti lo linkeranno, e così l’articolo attirerà nuovi visitatori.

Tutto questo non è possibile per noi comuni mortali che abbiamo solo qualche centinaio di lettori al giorno, e quindi per aumentare le visite dobbiamo sudare.

Quindi qual’è il mio consiglio?
Quello di dedicare un po’ di tempo alla promozione di ogni singolo post; questo tempo andrà via via diminuendo man mano che aumentano le visite al tuo blog e la tua popolarità.

Se sei all’inizio credo che sia ragionevole dedicare il 60/70 % del tempo alla scrittura del post ed il 30/40 % alla sua promozione.

Che ne pensi? Tu dedichi abbastanza tempo alla promozione dei tuoi post oppure ti limiti a scriverli ed a lasciare che lavorino da soli?


4 commenti su “Scrivere contenuti di qualità non basta”

  1. Perfettamente d’accordo con te, ma se posso permettermi un aggiunta io consiglio di dare anche al blog un primario obbiettivo (parlo per esperienza personale) e cioè non svariare in troppi argomenti anche se seguono un filone logico. Nel mio blog io parlavo un po di tutto (lo faccio ancora ma con diversi “tempi”) ciò che riguarda l’informatica ed internet, scrivendo oggi un articolo su antivirus, domani di fotoritocco, dopodomani di giochi ecc… c’erano tanti argomenti ma non davano una vera impronta al blog.
    Ho notato dai vari strumenti di statistica che se trattavo argomenti simili per più giorni c’erano i ritorni, cioè lettori che tornavano a leggermi che sono la cosa più importante, quindi ho valutato quale argomento-i interessavano di più i lettori che tornavano e mi sono “specializzato” in quello-i.
    Potrai notare che parlo sempre di un po di tutto nel blog ma che i principali argomenti riguardano video, film, foto e grafica in generale e di tutti gli strumenti per ottenere sempre migliori risultati per queste attività, in 9 mesi di vita del blog ho ricevuto 25000 visitatori di questi circa 700 tornano più o meno regolarmente a trovarmi, 110 iscritti alle newsletters e un buon numero che mi segue con i feed e alcuni siti-blog, con mia grande soddisfazione, mi citano pubblicando miei post o linkandomi, spontaneamente (anche grazie a i tuoi suggerimenti sono riuscito a farmi conoscere da un pubblico molto più vasto) il tutto ha generato un traffico di oltre 50000 visite (non guardare il contatore sul blog l’ho inserito dopo 5 mesi e Woopra che mi da questi dati) che mi sembra un ottimo, insperato, risultato.
    Scusami se ti ho rubato questo spazio e se mi sono permesso, voglio solo condividere le mie esperienze con te e i tuoi lettori.
    Ciao Sauro

  2. hai fatto benissimo a condividere la tua esperienza sauro; la mia idea di blog è proprio quella di condividere esperienze che possono essere utili a tutti.

    sono d’accordo con quello che dici sugli argomenti da trattare: più un blog è specifico e maggiori saranno i visitatori fidelizzati al blog.

    non basta rivolgersi ad una nicchia specifica di mercato, è fondamentale trovare anche una sotto-nicchia e tu, caro sauro, vedo che l’hai trovata.

    ma come hai fatto a scegliere questa sotto-nicchia tra le tante possibili?

  3. Nicholas un buon monitoraggio del blog mi ha aiutato ad individuare i tag più cliccati, quindi ho dedicato maggior attenzione a questi (fortunatamente anche ciò che mi interessa di più anche a me) cercando di non scrivere tanto per fare ma stando attento alla qualità di ciò che propongo con “sperimentazione” personale, in modo di poter anche aiutare direttamente chi ha difficolta perché non pratico-a senza dare risposte vaghe e-o indirizzare in altri siti (così darai garanzia della tua preparazione e conoscenza diretta di ciò che proponi). Consiglio a te (se non lo conosci) woopra come strumento di monitoraggio perché molto preciso e soprattutto ti fornirà tutti i dettagli della navigazione nel tuo blog.
    E’ gratuito ma con un limite di 30000 pagine viste al mese, la versione premium non ha limiti.
    Per il primo mese non sarà proprio fedelissimo perché gli occorre del tempo ad integrare il tuo sito-blog nel proprio database (infatti prima occorreva un mese prima di ottenere la conferma e attivare l’account proprio per far si che il sistema ti assorbisse ma vista la richiesta ora e quasi immediata l’attivazione)
    http://www.woopra.com/ a questo indirizzo e possibile iscriversi e ricevere tutte le info (in inglese ma si capisce bene), una volta arrivata la mail di conferma scarichi ed installi il software (leggerissimo) e avrai sotto controllo il tuo sito-blog anche senza accedervi.
    Ciao e se tu o qualcun’altro-a ha bisogno di ulteriori chiarimenti e-o informazioni contattatemi pure

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.