Le ricerche di mercato (I parte)

Eccoci ad un nuovo argomento del corso di Jeremy Shoemaker sull’internet marketing: le ricerche di mercato!

Il sottotitolo di questo minicorso sulle ricerche di mercato è: come schiacciare i tuoi competitor e trovare nicchie di mercato "calde", e questo la dice lunga sull’importanza di questo argomento.

Detto questo chiariamo subito che quando parliamo di "ricerche" non intendiamo che dovrai andare in biblioteca alla ricerca di volumi sulla rivoluzione francese o giù di lì, ma che, attraverso degli strumenti che ti dirò, dovrai analizzare il mercato del web alla ricerca di vantaggi per il tuo business.

Cosa sono le ricerche di mercato?

La ricerca di mercato è una indagine che ognuno dovrebbe fare prima di iniziare qualsiasi attività, sia on line che off line.
Attraverso le ricerche di mercato puoi analizzare i tuoi competitor, le tendenze del mercato e potrai scoprire nuove nicchie di mercato da soddisfare.

Perchè le ricerche di mercato sono importanti?

Trova una nicchia e diventa ricco!!
Si potrebbe sintetizzare con questa frase l’importanza delle ricerche di mercato. Se vuoi iniziare un business non potrai decidere di vendere semplicemente orologi da polso; dovrai vendere orologi da polso al neon, resistenti all’acqua e che ne indicano la temperatura. Questa è una nicchia, e grazie a questa potrai guadagnare con delle persone che cercano esattamente ciò che vendi tu. Se da un lato la nicchia restringe di molto il mercato potenziale, dall’altro diminuiranno drasticamente anche i tuoi competitor, anzi, potresti essere l’unico che vendo quel particolare tipo di prodotto!
Una volta trovata la tua nicchia dovrai analizzare le parole chiave più adatte, individuare i contenuti adeguati per il tuo sito web, utilizzare strategie per l’ottimizzazione SEO.
E’ vero, le ricerche di mercato richiedono molto tempo e molto impegno, ma sono un passaggio obbligato che se vuoi che il tuo business online abbia successo.

Come trovo la mia nicchia?

Se vuoi creare un business online è necessario che individui con esattella la tua nicchia, questo agevolerà molto la tua attività.
Se decidi di creare un sito web generico sulla Nintendo WIii, probabilmente entrerai in competizione con milioni di altri siti web e sarà molto difficile emergere. Se invece ti specializzi in gioche della Nintendo Wii per ragazze, allora la concorrenza potrebbe diminuire.
Quindi come vedi, è sempre meglio investire un po’ di tempo all’inizio per individuare una nicchia ben definiti, piuttosto che partire sparato e poi dopo pochi mesi ritrovarti con un business online che non produce guadagni.
Ma come faccio ad individuare una nicchia?
Inizia il tuo processo rispondendo ad alcune di queste domande:

1) Quali sono le tue conoscenze?
Inizia a fare una lista degli argomenti dei quali hai buone competenze; potrebbero essere affini ad attività lavorative svolte in passato o che stai svolgendo tutt’ora, ai tuoi hobby, alle tue passioni, al tuo percorso di studi.
Sviluppare un business su argomenti  di cui sei esperto faciliterà moltissimo le cose.

2)Cosa ti interessa?
Potresti iniziare il tuo business anche partendo da argomenti di cui non sai molto, ma che comunque ti interessano.
Certo, dovrai essere disposto ad imparare, leggere, studiare, ma se sono argomenti che ti piaciono farai tutto con piacere.

3) Quali nicchie posso trovare online?
Seguire siti famosi come Amazon o Ebay e visionare gli ultimi prodotti messi in vendita potrà darti informazioni utili sull’andamento del mercato, su cià che la gente cerca.
Per analizzare i trend del mercato puoi utilizzare anche strumenti come Google Trends e Yahoo Buzz.
Per avere delle idee puoi analizzare anche directory di blog come Dmoz o siti  social come Digg.com
Puoi trovare nicchie "calde" anche utilizzando lo strumento di Google search-based keywod tool

4) Come posso trovare nicchie offline?
Puoi trovare nicchie off line consultando gli scaffali delle librerie alla ricerca di libri su argomenti particolari, puoi analizzare le pubblicità su giornali e riviste, le vetrine dei negozi e così via…. ogni cosa potrebbe esserti utile per sviluppare una nuova idea.

5)Cos’altro posso fare per trovare una nicchia?
Sicuramente già dai punti elencati sopra qualche idea ti sarà venuta in mente, se non è così prova a cercare nei programmi di affiliazione quali sono i prodotto venduti. Sicuramente se c’è qualcuno disposto a spendere soldi in pubblicità per un prodotto, significa che qualcun altro è disposto a comprarlo.

La prima parte del mini-corso sulle ricerche di mercato si conclude qui. Ti consiglio di iscriverti ai Feed RSS se non vuoi perdere la seconda parte della lezione.


2 commenti su “Le ricerche di mercato (I parte)

  1. Purtroppo sono poche le società che investono in vere e proprie ricerche di mercato, eppure proprio in questo momento di “crisi” o meglio di trasformazione, è fondamentale capire quali sono i veri target a cui la propria azienda deve rivolgersi, dove sono, con che strumento si possono raggiungere … personalmente lavoro con Trendata (www.trandata.it) e noto che rispetto ad altre aziende che si occupano di indagini, la qualità del servizio è garantita da un’approfondita personalizzazione delle indagini in linea con gli obiettivi che l’azienda vuole raggiungere. Mi auguro che molte più aziende comprendano il bisogno di attuare delle indagini serie anziché estinguersi per scelte sbagliate.

  2. Credo che esista un’idea sbagliata riguardo alle ricerche di mercato che vengono viste come un qualcosa di superfluo; quindi si è portati ad investire in ricerche di mercato solo se si hanno delle risorse finanziaria aggiuntive…

    invece si dovrebbe capire che un investimento minimo in ricerche di mercato permetterebbe di evitare molti errori strategici e quindi risparmiare dei soldi nel medio-lungo periodo, purtroppo però una pecca di molti imprenditori italiani è quella di avere la vista troppo corta e di pianificare solo per l’immediato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.