L’esperimento (fallito) del blog automatico

Ti ricordi del blog automatico che avevo creato per testare il plugin wordpress feedwordpress?

Se non ti ricordi non importa, ci penso io a rinfrescarti la memoria: nel mese di marzo avevamo creato un blog wordpress sui mondiali di calcio ed avevamo istallato il plugin feedwordpress per testarne le potenzialità.

Attraverso questo plugin si ha la possibilità di creare un blog automatico che pesca articoli da altri blog e li ripubblica automaticamente; insomma, un vero sistema per fare soldi  senza fare niente, almeno così sembrava in apparenza.

Ho quindi creato il blog Mondiali 2010 sfruttando lo spazio web gratuito con wodpress preistallato offerto da Beedoo.org e l’ho abbinato con il programma di affiliazione Heyos, sperando di ricavarci qualche eurino.

Ho spiegato l’iter per la creazione del blog in questo articolo.

Quindi a costo zero avrei avuto la possibilità di un blog che mi portava guadagni in automatico; dico avrei avuto perchè in realtà la cosa non si è verificata.
Già in un mio primo resoconto avevo elencato alcune mie perplessità in proposito, ora che sono passati diversi mesi ed i mondiali di calcio sono finiti, è giunto il momento di tirare le mie conclusioni.

CONCLUSIONE N. 1
La creazione di un blog automatico utilizzando il plugin wordpress feedwordpress è molto semplice. Anche un non-esperto in pochi minuti riuscirebbe ad istallare ed impostare il plugin.

CONCLUSIONE N. 2
E’ molto difficile trovare dei contenuti liberamente ripubblicabili. Ho impiegato circa una settimana a trovare dei blog di calcio che rilasciassero post con licenza creative commons

CONCLUSIONE N. 3
Non tutti i programmi di affiliazione vedono di buon occhio blog con contenuti duplicati. Ho preferito non usare Adsense per evitare di essere bannato. Ho così deciso di utilizzare Heyos, con il quale non ho avuto particolari problemi.

CONCLUSIONE N. 4
Con un blog automatico non si guadagna! Almeno secondo la mia esperienza.
Il blog, in questi mesi di attività, ha registrato una media di 8-10 visite giornaliere (una vera miseria).
I guadagni sono stati ancora più miseri: credo di non essere arrivato ad 1 euro!

Ma non vorrei fermarmi qui, vorrei analizzare i motivi che hanno portato al fallimento il mio blog automatico.

1° MOTIVO
Posizionamento degli articoli nullo. Come sappiamo i contenuti duplicati non aiutano molto nel SEO.

2° MOTIVO
Difficoltà nel trovare articoli liberamente ripubblicabili

3° MOTIVO
Blog molto impersonale. L’elemento che porta a far emergere un blog rispetto a migliaia di altri blog che trattano lo stesso argomento è l’originalità e la forte impronta che ogni autore mette.
Ogni blog per avere successo deve far trasparire dalla sua pagine l’essenza del blogger.

In definitiva: guadagnare in maniera automatica con questo sistema è, a mio avviso, un miraggio. Un blog va coltivato e migliorato giorno per giorno.
Un blog automatico è abbandonato a se stesso e privo di personalità e non porta a risultati apprezzabili in termini di guadagno.

Naturalmente questi ragionamenti sono frutto della mia esperienza. Se tu hai creato un blog e riesci a guadagnare in maniera automatica lascia un commento ed il link al tuo blog, così potremo analizzare i fattori che hanno portato al tuo successo.


2 commenti su “L’esperimento (fallito) del blog automatico”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.