Esistono alternative a Google Adsense?

Prendo spunto da una mail di un lettore del blog, Pier, per condividere con te la mia esperienza con programmi di affiliazione alternativi a Google Adsense.

Partiamo però dall'inizio. Pier qualche mese fa mi manda una mail che dice più o meno questo: ho creato per diletto una decina di siti web che complessivamente ricevono un buon numero di visite, sono stato buttato fuori da Google Adsense, che mi consigli di fare per monetizzare questo traffico e allo stesso tempo non dover perdere troppo tempo nella scelta dei banner pubblicitari da inserire?

Mi è apparso subito chiaro che Pier cercava un programma di affiliazione stile Adsense che , inserendo  un codice all'interno del sito, permette di visualizzare annunci contestuali.

La prima risposta che ho dato a Pier è stata questa:  caro Pier, mi dispiace ma secondo me non esistono alternative a Google Adsense!

Poi però mi sono sentito un po' in colpa per aver liquidato il problema così, in due righe, e per aver abbandonato Pier al suo destino.

Il senso di colpa è stato talmente grande che mi sono offerto di collaborare con lui gratuitamente per cercare un programma di affiliazione adatto alle sue esigenze e che gli permettesse di guadagnare con i suoi siti web amatoriali.

Dopo aver cercato un po' nella rete, posso confermare con forza la mia opinione: non esistono alternative a Google Adsense che è senza dubbio il miglior programma di affiliazione attualmente sulla piazza, ma esistono altri programmi che, se non sono all'altezza di Big G, ci vanno abbastanza vicino, e possono costituire una valida alternativa, soprattutto se si è stati buttati fuori.

Dopo un'attenta ricerca abbiamo deciso di inserire nei siti di Pier un programma che si chiama BidVertiser, ora ti racconto la nostra esperienza.

Cos'è BidVertiser

Bidvertiser è un programma di affiliazione che permette di inserire pubblicità contestuale all'interno di un sito web, semplicemente copiando e incollando il codice che ti viene fornito.
In questo modo dovrai incollare il codice una sola volta nel tuo sito, e l'algoritmo sceglierà per te la pubblicità che più si adatta agli argomenti trattati.

Come funziona

Per prima cosa devi iscriverti gratuitamente al programma, dopodichè devi inserire uno ad uno i siti web dove vuoi inserire la pubblicità ed indicare la categoria di appartenzenza scelta da un elenco predefinito.
Il tutto richiede pochissimi minuti, e puoi inserire da subito gli annunci ed iniziare a guadagnare.

Gli annunci

Per ogni sito web puoi scegliere un diverso layout di annunci. Puoi impostare i colori, le dimensioni, i caratteri e puoi anche scegliere tra annunci testuali o grafici.
Hai anche la possibilità di far apparire un popunder ads.
Una nota negativa da sottolineare è che una volta scelto il tipo di annuncio per un sito non lo si può cambiare, o meglio, se in un secondo momento vuoi crearne uno di diverso colore e formato da inserire in un'altra zona dello stesso sito, modificando il codice verranno modificati anche gli annunci inseriti in precedenza.
Si può ovviare all'inconveniente inserendo nuovamente lo stesso sito web come se fosse nuovo e andando a creare un nuovo annuncio. Non lo trovo molto comodo.

Come inserire gli ads

L'inserimento degli ads nei siti web è molto veloce ed intuitivo: una volta scelti colore, formato, dimensione e carattere ottieni un codice da copiare ed incollare nelle pagine in cui desideri che appaia l'annuncio.

Inizia a guadagnare

Una volta inserito il codice non devi far altro che aspettare che qualcuno clikki sopra gli annunci che, in effetti, sono abbastanza contestualizzati, ma nulla a che vedere con gli algoritmi di Google Adsense.

Quanto si guadagna

Bidvertiser paga sia per  i click che per le visualizzazione dei popunder. Puoi ricevere sia soldi che punti che poi verranno convertiti in denaro alla fine di ogni mese.
Il saldo del conto viene aggiornato in tempo reale ed è espresso in dollari.
Si viene pagati o con assegno (minimo 100 dollari) oppure tramite paypal.
I pagamenti con paypal sono fatti in automatico al raggiungimento dei 10 dollari, ma ho constatato che mi sono arrivati dei pagamenti anche di 5/6 dollari. Quindi penso che paghi comunque a fine mese, indipendentemente dall'importo raggiunto.
Nel test che ho condotto sui siti di Pier (8 siti web con un numero di visitatori unici pari a circa 20.000 mensili) in 4 mesi ho racimolato complessivamente  circa 200 dollari (che ho girato a Pier, come lui stesso può confermare); può sembrare una cifra non molto alta ma se consideriamo che tra registrazione al sito ed inserimento dei codici  ho impiegato non più di mezz'ora di lavoro, non posso che ritenermi soddisfatto!

Altre opportunità di guadagno con BidVertiser

Bidvertiser offre, oltre ai classici annunci, anche altre opportunità di guadagno:

– puoi far scaricare agli utenti la search bar di BidVertiser che ti permette di guadagnare ogni volta che un utente la usa per fare ricerche

– puoi fare soldi anche attraverso il referreal program, che ti consente di guadagnare se fai iscrivere con il tuo reflink publisher oppure inserzionisti.

La mia opinione

Come ho ribadito più volte in questo e anche in altri post, nessun programma è paragonabile a Google Adsense, ma se per svariate ragioni non puoi mettere Adsense nel tuo sito, e non vuoi nemmeno perdere troppo tempo nella scelta di banner e pubblicità varie, allora forse una valida alternativa può essere BidVertiser.

Tuttavia anche BidVertiser ha degli aspetti negativi, ecco quelli che ho rilevato io:

– la pubblicità non si intergra alla perfezione con il sito web perchè per quanto i banner siano modificabili, Adsense offre possibilità di modifica ed adattamento decisamente maggiori

– ho notato che in alcune circostanze i banner non vengono caricati, mentre in altre il caricamento è piuttosto lento

– non sono sicuro al 100% che vengano tracciati tutti, ma proprio tutti i click

– a volte la pubblicità non è contestuale, e questo forse dipende dal minor numero di inserzionisti rispetto a compagnie più grandi, come Adsense

In conclusione posso dirti che BidVertiser ti può essere utile se hai costruito un sito e vuoi monetizzare il traffico, senza perdere troppo tempo con l'ottimizzazione.
Insomma, se ti accontenti di poco, allora anche BidVertiser può andare bene per te.

Se anche tu vuoi provare BidVertiser iscriviti qui.

Se invece già lo usi, o conosci altri programmi di affiliazione che siano una valida alternativa a Google Adsense, lascia un commento.


27 commenti su “Esistono alternative a Google Adsense?”

  1. Grazie per l’articolo, onestamente non ero a conoscenza del seguente programma di affiliazione. Così oggi ho deciso di provarlo (supportato dal fatto che gli annunci adsense non vengono accettati sul mio sito web) e devo dire che non è poi tanto male.

  2. in effetti hai ragione.
    google sta monopolizzando il web ed è ormai proprietaria di gran parte dei servizi di maggior successo.
    i concorrenti, come facebook e microsoft, da questo punto di vista sembrano un po’ indietro. io spero che aumenti la concorrenza, anche perchè potrebbe solo fare bene al mercato ed alla qualità dei servizi.
    purtroppo ad oggi molti servizi offerti dai rivali di google non si sono rivelati all’altezza delle aspettative (a proposito, che ne pensate di bing?)

  3. Stò testando anche io virgilio banner ma attualmente mi pare sia ancora molto da migliorare (infatti è ancora in fase di beta) poichè molte visite segnate sul mio sito non vengono tracciate sull’account di virgilio. Inoltre il banner và inserito in cima al blog, cosa che rende difficile la sistemazione visto anche che l’annuncio ha un solo formato. insomma, è promettente ma secondo me andrebbe ancora migliorato.
    Giuseppe

  4. si, anche io avevo testato virgilio banner, ma l’ho abbandonato perchè non mi piaceva molto, soprattutto perchè può essere posizionato solo in cima al blog e ha un solo formato

    quanto riuscite a guadagnare con virgilio banner?

  5. Attualmente non posso esprimermi su questo punto poichè l’ho inserito da meno di un mese sul mio blog su blogger per testarlo. Attualmente, comunque, sono a circa 1 euro con poco più di mille visite segnate (su blogger, invece, ne ho segnate circa 1800 questo mese, perciò circa 700 visite non sono state tracciate). Ad ogni modo è un programma interessante ma ancora in fase di beta, cred che presto lo miglioreranno molto.
    Giuseppe

  6. in realtà ormai è da diversi mesi che è attivo, quindi sarebbe opportuno, soprattutto per chi lo usa, introdurre qualche aggiornamento che migliori questi piccoli bug

    come procede l’esperimento con bidvertiser?

  7. Non saprei, non mi convince molto. Il sito ha qualche centinaia di visitatori giornalieri con permanenza piuttosto alta ma sono segnati ancora un 20 click (il banner è posizionato in alto). Credo che hai ragione, probabilmente non vengono tracciati tutti i click…

  8. si, sono strasicuro che il tracciamento dei click non è ottimale.
    comunque pagano regolarmente via paypal ogni fine mese.
    secondo me è l’ideale se hai un sito web che giace abbandonato a se stesso e vuoi monetizzare quel poco di traffico senza perdere troppo tempo
    ovviamente se hai un sito o un blog che curi molto, il consiglio è quello di rivogersi altrove per la pubblicità

  9. ciao..
    missa che proverò anke io questo programma xke adesense mi ha disattivato solo perchè riteneva che nel mio sito ci fossero troppi click quando io manco ne facevo uno..mahh..

    PS: che componente è questo per i commenti??

  10. ciao michele,
    si, adsense diciamo che ha il ban facile.
    Hai provato a contattare google per essere riammesso? proprio in questi giorni mi è capitato di leggere online di persone (poche per la verità) che sono riuscite a farsi riammettere.

    comunque bidvertiser è abbastanza buono per monetizzare, io l’ho messo in alcuni siti che non seguo più da tempo e devo dire che mi sta dando qualche bella soddisfazione. Provalo e facci sapere come è andata

  11. Purtroppo per quanto riguarda il mercato italiano Adsense rimane l’alternativa migliore. Ho avuto modo di provare BidVertiser, ma i risultati sono stati insoddisfacenti. Ritengo che l’insuccesso sia dovuto principalmente alla contestualità carente degli annunci. Utilizzo VBanner come integrazione ad Adsense e, sebbene le impressions non siano conteggiate per intero (le discrepanze talvolta sono notevoli), qualcosina si guadagna e i pagamenti, almeno per quanto mi riguarda, sono sempre puntuali. Concordo sul fatto che andrebbero apportate migliorie a VBanner, ormai la beta è in essere da tempo immemore. Mi permetto di spezzare una lancia a favore di Adsense: il ban di solito non viene effettuato random, anche se ovviamente possono commettere errori. Di norma un sito può essere riammesso senza problemi qualora venga verificato l’errore. Uno dei maggiori problemi legati al ban è che spesso i publishers aderiscono al programma senza leggere per intero il regolamento. Quindi, può capitare che vengano commesse “infrazioni” in buona fede che, ahimé, agli occhi di adsense non sono tollerabili. Quindi, un consiglio: leggere sempre bene il regolamento per intero. Questo è il modo migliore per gestire il proprio sito senza incorrere in un ban.

  12. ciao Paola, sono d’accordo quando dici che molti non leggono con attenzione il regolamento di adsense ed incorrono in errori grossolani che portano al ban, anche se non penso sia davverò così facile essere riammessi al programma una volta bannati

  13. Ciao a te Nicholas, partendo dal presupposto che è Adsense a dettare le regole, il coltello dalla parte del manico sappiamo chi ce l’ha. Le casistiche dei ban sono talmente varie e soggettive che prenderle in esame tutte sarebbe impossibile, anche se generalmente le cause sono più o meno le stesse (click fraudolenti, foto inappropriate, ecc.). Non sostengo che Adsense sia caritatevole, dico solo che la riammissione non è impossibile, qualora esistano realmente i presupposti. Poi se Adsense si incaponisce sul ban (senza addurre spiegazioni) questo è un altro paio di maniche, anche se un caso simile personalmente non ho mai avuto modo di vederlo (ma non posso escludere a priori che possa accadere).

  14. Ciao Paola, partendo dal presupposto che è google a dettare le regole, tutte le regole, non è che si incaponisce a non dare spiegazioni, non gliene può fregare di meno di te tanto non perde quote di mercato.

    Google gestisce le ricerche e sopratutto gli AdWords a cui, come per AdSense, non c’è alternativa.

    Se tu non hai mai visto casi di ban non risolti mi fa piacere per te, io ho visto solo il contrario. Ho visto siti che fanno 10, 15 visitatori al giorno bannati definitivamente senza contraddittorio e onestamente senza motivi gravi e palesi, se non “AdSense è nostro e famo come ce pare”.

    Io non credo che esista una vera alternativa ad AdSense, la qualità di bidvertiser è davvero scarsa, ma non nel programma di gestione dei publisher, che sicuramente va migliorata, ma proprio nella qualità degli inserzionisti.

    Se anche colossi come yahoo e bing sono stati costretti a fare passi indietro è chiaro che c’è uno strapotere da parte di AdSense.

    Io purtroppo credo che il problema sia molto più esteso, profondo e pericoloso.

  15. Ciao ZioPal, che Google abbia le mani in pasta in ogni dove lo sanno anche i sassi, nel senso che è visibile agli occhi di tutti. Basti pensare anche all’acquisizione di YouTube. Concordo sul fatto che noi publishers per Google siamo “numeri”, ovvero che non gliene frega più di un tanto se non addirittura zero. Mi preme precisare che non sto sostenendo che Adsense non ha mai bannato ad minchiam senza via ritorno. Ho detto semplicemente che sono successi casi dove un sito bannato è stato poi riammesso, tutto qui. Non sono qui a difendere a spada tratta adsense e le sue politiche sia ben chiaro, ma quelle sono e a quelle ci si deve attenere. Purtroppo funziona così. Detto questo, concordo anche sul fatto che non esistano alternative realmente valide ad Adsense, il monopolio di google è palese. Ripeto, con VBanner qualcosina si fa, non cifre pazzesche ma un piccolo extra non guasta mai.

  16. adsense quando arrivi a ritirare i soldi non paga mai ti trovano sempre una scusa…meglio payclick paga al raggiungimento di 30€ e soprattitto…paga davvero!!!!

  17. mi dispiace contraddirti alex ma google adsense paga sempre con estrema regolarità.

    per quanto mi riguarda non ha mai saltato o ritardato un pagamento

  18. purtroppo non conosciamo questi due siti, ma ci riserviamo di dare un’occhiata per vedere meglio di cosa si tratta.

    magari li proviamo anche e facciamo una recensione

  19. sicuramente è una iniziativa interessante, almeno sulla carta.
    ho provato a chiedere l’iscrizione così testo un po’ il programma e poi faccio una bella recensione

  20. ciao,

    qualcuno consoce il servizio ( citiespon ) che viene menzionato in questo blog?

    alternativa-google-adsense.blogspot.com/

    Grazie,
    Lisa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.