12 trucchi per aumentare i commenti del tuo blog

Hai un blog in cui scrivi di te, delle tue passioni e dei tuoi pensieri. Dedichi molto tempo alla creazione di contenuti di qualità e ricevi anche un discreto numero di visite ma ricevi solo 4 o 5 commenti.
Questa è una situazione in cui si trovano molti blogger, che pur facendo un buon lavoro a livello di contenuti non riescono a dare il via a delle discussioni tra gli utenti.
Solo chi c'è passato sa quanto possa essere frustrante questa situazione. Per questo oggi ti spiegherò alcuni trucchetti per invogliare gli untenti a commentare i tuoi post.

L'importanza dei commenti per un blogger

Se sei un blogger, avere molti commenti al tuo blog offre molti vantaggi:
1) Dà l'idea di avere un blog frequentato e quindi con contenuti autorevoli
2) Consente di fidelizzare gli utenti che sono spinti a tornare nel blog per vedere se qualcuno ha risposto ai commenti lasciati

L'importanza dei commenti per un utente

Un utente può decidere di commentare un post semplicemente per dire la sua oppure come strategia di marketign.
Infatti sono numerosi gli utenti che commentano per fare pubblicità al proprio blog, magari lasciando link correlati al post che stanno commentando. Questa tecnica, se applicata correttamente, porta dei vantaggi per tutti; per questo la usa anche io.
A volte può portare più visitatori un buon commento lasciato su un blog con contenuti affini piuttosto che 100 link lasciati a caso in directory sparse per il web.

Detto questo, vediamo come puoi aumentare il numero dei commenti al tuo blog, utilizzando alcuni semplici trucchetti.

1) Chiedi ai tuoi utenti di esprimere la propria opinione. Per fare questo è sufficiente concludere un post con una frase del tipo "e tu che ne pensi?", oppure "sei d'accordo con quello che ho scritto?"

2) Rispondi sempre ai commenti degli utenti, questo alimentarà la discussione e il numero dei commenti

3) puoi sostituire il classico link "non ci sono commenti" con una frase del tipo "commenta per primo"

4) la scrittura di articoli controversi può attirare l'attenzione e generare lunghe ed accese discussioni

5) scrivi di argomenti che interessano alla gente,magari esprimendo il tuo punto di vista. per capire quali potrebbere essere degli argomenti interessanti è sufficiente fare un giro nei blog o nei forum e vedere quali argomento ricevono più commenti

6) puoi linkare articoli di altri blog nei tuoi post. Nel 90% dei casi l'autore del post linkato interverrà nella discussione

7) fai delle domande ai tuoi utenti, ad esempio: "a te è mai capitato?", oppure "tu come hai risolto il problema?", ecc…

9) crea una classifica degli utenti che lasciano più commenti o, ancora meglio, crea un contest e premia gli utenti più attivi

10) chiedi ai tuoi lettori più fedeli di commentare uno specifico post

11) prendi spunto dai commenti dei lettori per creare nuovi post

12) utilizza il plugin nofollow free, ne abbiamo parlato in questo post

Utilizzando queste semplici strategie vedrai aumentare in poco tempo il numero dei commenti al tuo blog.

Conosci altri segreti per aumentare il numero dei commenti?


10 commenti su “12 trucchi per aumentare i commenti del tuo blog”

  1. Ciao Nicholas.
    Ti seguo tramite RSS di Google Reader (così almeno sai chi è uno dei 28…tra l’altro devo farti i complimenti: 28 solo sul Reader di Google non è male) e ci siamo sentiti un pò di volte in passato per alcuni confronti.
    Leggo con attenzione quanto scrivi… Ti parlo della mia situazione reale per dare agli utenti un ulteriore spunto per creare argomenti di discussione:
    – blog che parla di non profit con il fine di informare e aggiornare costantemente gli utenti su quanto avviene quotidianamente. Questo a differenza della maggior parte dei blog e siti (seppur ancora in numero abbastanza ristretto in rete) che spiegano come si crea un’associazione e che tipo di associazioni ci sono senza essere aggiornati….
    – numero di commenti abbastanza ridotto ma giustificato. Vorrei proprio soffermarmi su questo. Aggiungerei a quanto da te esposto che anche l’argomento che tratta il blog e/o sito è fondamentale. Il mio argomento è di nicchia e poche persone hanno la sicurezza nell’esporsi. Infatti ricevo molte mail perchè la gente si vergogna a commentare e/o porre domande pubbliche.
    Ti auguro una buona giornata,
    Gabriele Aprile

  2. grazie per la tua testimonianza gabriele.

    sono d’accordo con quello che dici a proposito del fatto che l’argomento può incidere sul numero dei commenti

    tuttavia, se pensi che il motivo dei pochi commenti sia che i tuoi utenti hanno paura di esporsi, dovresti cercare di fargli capire che lasciare dei commenti, anche se sbagliati, può essere una occasione di confronto e di crescita per tutti

    secondo me dovresti puntare su questo fatto, anche perchè se riesci a fare in modo che i tuoi utenti si espongano potresti avere notevoli vantaggi per il tuo blog

  3. Grazie Nicholas.
    Una soluzione che ho testato è stata quella di pubblicare un post proponendo la domanda fatta privatamente da un utente (ovviamente nascondendo i riferimenti). Abbiamo anche pubblicato, a fine 2010, un ebook comprendente alcune delle domande più rilevanti a cui abbiamo risposto nel 2010 e abbiamo avuto una buona risposta.

    Ottima (ribadisco Ottima!!!) è anche la scelta di intervenire in siti con un buon PageRank (magari di domande/risposte….)per creare dei ritorni.

    Buon pomeriggio,
    Gabriele Aprile

  4. complimenti utilizzi la mia stessa strategia ^_^… onestamente credevo di essere l’unica hihihi… invece trovo che c’è un popolo bel cosciente delle strategie di indicizzazione… sono contenta la sfida si fa sempre più interessante…In bocca al lupo.
    By PriceScout24 comparazione Prezzi

  5. ottimi spunti di riflessione. Mi sono piacciuti sopratutto i punti 4), 5) e 11) grazie per il post.
    p.s. Mi sembra un bel blog leggerò qualche altro post e poi magari ti seguo sui Rss

  6. Sono daccordo assolutamente su tutto, però sul punto 4) devo proprio esprimere un disappunto, perchè vedo spesso dei blog con titoli super accattivanti che quasi obbligano a entrate, ma che trattano di argomenti più che altro provocatori: politica, disagio sociale, eventi molto discussi e discutibili, che fanno parlare ma alla fine danno solo voce a una critica fine a se stessa e non dicono proprio nulla di costruttivo.
    Certo dal punto di vista della strategia di marketing sono situazioni ideali, ma io credo che un blogger coscenzioso debba trovare la giusta mediazione tra contenuti interessanti e meccanismi di marketing.

  7. @nadia
    in effetti è facile incorrere in discussioni fini a se stesse, che non danno nulla in più ai tuoi lettori, devo dire che è capitato anche a me
    in questo caso devi essere bravo tu a stimolare correttamente i commenti, magari inserendoti nella discussione e cercando di fargli prendere una direzione che possa interessare maggiormente i lettori

  8. certo, ovviamente i commenti devono essere liberi, ma devono anche essere pertinenti con l’argomento del post altrimenti la discussione rischia di allontanarsi dal focus del post e quindi potrebbe diventare inutile e non dare al lettore ciò che cerca

  9. Visto che siamo in tema…volevo segnalare un blog dofollow con la possibilità di inserire il primo sito di riferimenti quando si lascia un commento.
    Chi ama la città di Firenze e dintorni e vuole partecipare alla conversazione sul blog è ben accetto! :D
    ciao a tutti!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.