Crearsi un Lavoro con Internet. Intervista a Stefano Mini – seconda parte

Creare un lavoro grazie ad internet è il sogno di molte persone (almeno quelle che visitano questo blog), però solo in pochi ce la fanno.

Oggi parliamo ancora con Stefano Mini, blogger di mindcheats, per cercare di carpirgli qualche altro segreto che possa esserti utile per guadagnare con il tuo business online. La prima parte dell'intervista a Stefano Mini è stata molto avvincente e ricca di informazioni, se te la sei persa sei ancora in tempo per leggerla.

Ma adesso continuiamo con le domande:

6 – Presentaci in due righe il tuo blog, mindcheats.

Mindcheats è un blog che aiuta le persone a vivere meglio, raggiungere il loro massimo potenziale e ottenere il successo personale lavorando su sé stessi e le proprie convinzioni.

7 – Quali sono le tue principali fonti di reddito online. Affiliazioni, pubblicità, ebook…?

I miei due corsi, Inglese Dinamico e Obiettivo Lavoro. Qualcosa guadagno anche con le affiliazioni, ma non molto (il 5-10% del fatturato). Sono contrario alla pubblicità, credo sia un pessimo strumento per guadagnare seriamente online (anche se molti non sono d'accordo).

8- Consigliaci tre siti web che una persona interessata alla crescita personale deve consultare assolutamente

Oltre a Mindcheats? ;) Efficacemente.com, di Andrea Giuliodori, è a buon ragione il blog più popolare in Italia sulla crescita personale: ogni suo articolo è una perla. Per chi vuole un approccio più scientifo alla crescita personale e PNL, Psicologia Neurolinguistica di Gennaro Romagnoli (uno psicologo) è pieno di informazioni. Il terzo blog che suggerisco è in inglese: JamesAltucher.com, una delle poche newsletter che ancora seguo.

9- secondo te come si evolverà internet nel prossimo futuro e quali opportunità potrà offrire a chi vuole trasformare radicalmente la propria vita, come hai fatto tu

Se sapessi come si evolverà internet, sarei su uno yacht a Monte Carlo. ;) Io non mi concentro su quello che sarà fra due o tre anni, ma su quello che è adesso. Su quello che funziona ora. Già oggi un imprenditore in erba ha più possibilità che mai.

Detto, questo, in futuro internet si semplificherà, ma il concetto di web rimarrà sempre lo stesso: siti internet, link, browser. Con una presenza sempre più massiccia di dispositivi mobili con schermi piccoli e poca potenza di calcolo, tutti i siti dovranno essere ottimizzati per questo tipo di clienti. Non mi azzardo ad aggiungere altro, perché farei solo speculazioni.

10- Quali sono i tuoi progetti per il futuro. Cosa hai in cantiere per i prossimi mesi

Un mio pallino per i prossimi anni sarà quello di diversificare le entrate: è il sistema migliore per ridurre il rischio. Così se un corso (o un intero sito, come Mindcheats) smette di vendere, io non mi trovo disoccupato. Sto quindi sondando il terreno per entrare in altri business, sia in italiano che (soprattutto) in inglese. Sia online che offline. Magari con i già citati cani da slitta. ;)

L'intervista si conclude qui. Ringraziamo Stefano Mini per la disponibilità e cortesia con cui ha accettato di sottoporsi alle nostre domande e speriamo che in futuro vorrà ancora collaborare con noi.

Tu che ne pensi dell'intervista? Sei d'accordo con quello che ha detto Stefano?


Lascia un commento

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.